Gdpr, quali aziende si sono adeguate?

Il Gdpr, ovvero il regolamento europeo 2016/679 in materia di trattamento dei dati personali, risulta ancora ostico per le imprese italiane. L’Osservatorio Information Security & Privacy del Politecnico di Milano, però, ha realizzato una piccola analisi sullo stato dell’arte.

Ebbene, dalla ricerca del Politecnico di Milano è emersa un generale ritardo in merito all’adeguamento secondo le direttive del regolamento. Tuttavia, non in egual misura.

Entra nella nostra community

Sostanzialmente, le imprese hanno preso atto della norma ma non tutte si sono adeguate e, tanto meno, con le stesse caratteristiche. Ad esempio, prendendo in esame l’eventuale stanziamento di risorse economiche si scoprono le percentuali, riferite al 2017, degli investimenti:

  1. Assicurazioni con l’80%;
  2. Banche con il 65%;
  3. Manifatturiere con il 47%.

Dunque sono le aziende finanziarie che, per la maggior parte, hanno investito anche risorse economiche per divenire compliance rispetto al regolamento UE 2016/679.

Il Gdpr se non è vissuto come un balzello, o peggio, può rivelarsi persino un vantaggio competitivo in termini commerciali. Perché? Perché evidenzia l’approccio con il quale un brand si appresta ai dati degli utenti e quindi di tutti noi.

Ognuno vorrebbe sentirsi al sicuro quando decide di prestare il proprio consenso al trattamento dei dati, in particolare quando le finalità riguardino ambiti economici.

Hai adeguato la tua azienda al gdpr? Richiedi una consulenza.