Gdpr: ecco il decreto italiano

Il decreto legislativo 101/2018 pone fine all’attesa per l’adeguamento del nostro paese al regolamento europeo 2016/679.

La rivoluzione sul trattamento dei dati personali può davvero cominciare. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto 101/2018 che adegua l’Italia alla normativa europea, introdotta con il regolamento 2016/679, in materia di trattamento dei dati. Sarà operativo dal prossimo 19 settembre.

Richiedi una consulenza per adeguare la tua attività al gdpr

Il decreto, come era prevedibile, ripercorre le indicazioni della normativa europea. Chiarisce ulteriormente, nel caso ce ne fosse bisogno, l’importanza dell’attenzione e della sensibilità che deve tenere chiunque si occupi dei dati delle persone.

Perché, alla fine, è di questo che si parla. Non di semplici dati ma di persone e dei loro diritti. Certo, per aziende e professionisti l’introduzione del regolamento europeo 2016/679 significa, o ha significato, un nuovo balzello amministrativo. Tuttavia, a bene vedere, non è così. Basta approcciarsi in maniera tale da rivedere l’organizzazione aziendale stessa in funzione di un utilizzo dei dati personali più consapevole e sostenibile.

La vera novità del decreto italiano riguarda proprio i potenziali destinatari di sanzioni. Il Garante non ha mai parlato di zona franca! 

Tuttavia, anche con il decreto 101/2018, viene chiarito definitivamente che nei primi otto mesi “si terrà conto che siamo in una fase iniziale di attuazione” nel momento in cui dovesse essere necessario applicare sanzioni.

Il Garante, dunque, non ha lanciato un liberi tutti, anzi. Non ci saranno otto mesi di vacatio, semplicemente nel corso dei controlli si terrà conto della suddetta fase iniziale. La richiesta, piovuta da più parti, addirittura di un rimando dell’operatività del regolamento europeo (del tutto impossibile peraltro), rappresenta solo il segno dell’evidente ritardo di tante organizzazioni, pubbliche e private.

Non resta che adeguarsi, dunque, con lo spirito giusto che potrebbe rivelarsi anche un vantaggio dal punto di vista commerciale.

Leggi il decreto 101/2018 in Gazzetta Ufficiale

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato.

Facebook Comments