Gdpr e condominio: convegno a Roma

Si terrà martedì 6 novembre 2018 a Roma, dalle ore 9.00 presso il Centro Congressi Frentani, il convegno organizzato dalla Privacy e Legal Advice 2018 srl finalizzato alla presentazione del codice di condotta per amministratori di condominio.

Un modello di riferimento per la corretta gestione della privacy negli studi di amministrazione condominiale al quale hanno aderito tutte le maggiori associazioni del settore. È il primo draft di “Codice di Condotta Privacy per gli studi amministrazione condominiale” che verrà presentato alla stampa ed agli amministratori. 

Si tratta di un testo work in progress, un punto di partenza solido, al quale gli Amministratori di Condominio potranno fare riferimento durante l’esercizio della loro professione.
Il Gruppo di lavoro composto dalle associazioni di categoria aderenti, è stato presieduto dall’Avv. Carlo Pikler, amministratore della Privacy & Legal Advice 2018 S.r.l., mentre capofila dell’iniziativa è l’ANAMMI, l’Associazione nazional-europea degli AMMinistratori d’Immobili, a cui hanno aderito tutte le maggiori associazioni di categoria: UNAI, ALAC, ACAP, ARCO, UNICONDOMINIO, AIR, ConfAmministratori, APICE e FIGIAC.

Il Regolamento UE 679/2016 in materia di protezione dei dati personali e il successivo D.Lgs 101/18 incoraggiano infatti l’elaborazione di codici di condotta in relazione alle categorie professionali omogenee.

L’importanza del documento è stata colta dal medesimo Garante nazionale con il quale si è concordato di effettuare incontri, volti ad accompagnare il documento, a seguito dell’emanazione delle Linee Guida sul tema, verso il riconoscimento istituzionale quale Codice di Condotta ai sensi dell’art. 40 del Regolamento. 

Leggi l’articolo su come adeguare il sito web al gdpr

Spiega l’Avv. Carlo Pikler: “Nonostante gli interventi specifici dell’Autorità Garante in materia, il legislatore e l’interprete delle norme non riescono a stare al passo con l’evoluzione sociale e con le sempre più numerose richieste di chiarezza che pervengono da chi, nell’esercizio della propria professione, si trova a dover risolvere casi pratici di trattamento dei dati personali. Questo codice di condotta non è altro che un tentativo per gettare un salvagente all’amministratore professionista”.

Quello proposto – ha concluso Pikler – è un testo in evoluzione e sono felice che associazioni trainanti nel settore abbiano deciso di sottoscriverlo; assieme a loro e alle indicazioni che ci perverranno dalle istituzioni ci impegneremo al suo costante miglioramento”.

L’iniziativa vede la partecipazione di tutti i maggiori rappresentanti di categoria e verrà moderata dal Dott. Nicola Bernardi, Presidente di Federprivacy. Sarà un momento di riflessione, condivisione e approfondimento sulle tante problematiche di attuazione del Regolamento europeo.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato.

 

Facebook Comments