Cookie: il Garante lancia la consultazione pubblica

Il Garante per la protezione dei dati personali ha adottato, nella seduta dello scorso 26 novembre 2020, le linee guida per l’utilizzo dei cookie e di altri strumenti di tracciamento, predisponendo nel contempo anche una scheda di sintesi per avviare una consultazione pubblica sul tema.

Dunque l’ente presieduto dal prof. Pasquale Stanzione sta rimettendo mano al mondo legato agli strumenti di tracciamento degli utenti quando viaggiano sul web (sappiamo quanto il sito web rivesta importanza in materia di adeguamento al Gdpr). Del resto, ci siamo già espressi su quanto sia importante puntare sul web marketing per agganciare la ripresa. Tuttavia, è apprezzabile l’iniziativa del Garante di avviare una consultazione pubblica sulla regolamentazione dell’uso dei cookie, considerando che solo l’esperienza sul campo può far emergere le reali difficoltà.

Ad esempio, l’uso dei banner dedicati alla cookie policy dei siti web, spesso impone un’accettazione, a volte addirittura automatica con il semplice scorrimento del portale, che l’utente potrebbe non richiedere. Fatti salvi i casi in cui la mancanza di alcuni dati potrebbe davvero inficiare il servizio offerto, non si capisce perché qualcuno senta il bisogno di carpire dai dati che, il più delle volte, nemmeno torneranno utili.

Una guida all’uso dei cookie era già stata diffusa un anno fa, seppur per iniziativa del Garante spagnolo. La consultazione pubblica lanciata dal Garante italiano, invece, ha carattere più pragmatico, per non dire democratico, visto che vuole partire dalle segnalazioni di chi se ne occupa quotidianamente. Entro l’11 gennaio, quindi, sarà possibile scrivere all’indirizzo di posta elettronica lineeguidacookie@gpdp.it, indicando nell’oggetto il tema di riferimento. A seguito di una cernita delle indicazioni maggiormente calzanti, verrà integrata la guida definitiva. Trovo lodevole la finalità di favorire la più ampia partecipazione possibile dei soggetti che saranno tenuti alla loro adozione con l’obiettivo di acquisire osservazioni e commenti sull’adeguatezza delle misure ipotizzate e sulle relative modalità attuative nonché eventuali ulteriori proposte operative.

Se hai bisogno di adeguare il tuo sito web al Gdpr, compila il form.